LABORATORIO: CNR ISPC

 

NOME STRUMENTO

Termocamera IR: FLIR, model B425

 

INFORMAZIONI GENERALI

La termocamera in dotazione è uno strumento particolarmente maneggevole e adatto per applicazioni on site. La metodologia con la quale viene utilizzata più di frequente è per termografia passiva, più raramente le applicazioni della tecnica attiva si prestano all’impiego nell’ambito dei Beni Culturali. Le riprese termografiche sono utilizzate ai seguenti scopi:

•      Rilevazione dei difetti/anomalie strutturali nelle murature

•      Mappe termiche correlabile a fenomeni di umidità (di risalita capillare e infiltrazione di varia natura)

•      Rilevazione di distacchi di intonaci, o altri paramenti murari.

•      L’integrazione delle riprese termografiche con misure del contenuto di umidità del supporto consentono di ottenere delle mappe sulla reale distribuzione del contenuto di umidità.

 

DETTAGLI TECNICI

La termocamera IR model B425 (FLIR) ha una risoluzione dell’immagine IR di 320×240 pixels resolution e un’accuratezza di +/- 0.5°C. Permette di realizzare mappe termiche una volta nota la temperatura e l’umidità relativa dell’ambinete, la distanza dalla superfcie di ripresa e l’emissività della superfice.

Le immagini IR possono essere ìanalizzate ed elaborate mediante il software ThermaCAM QuickReport 1.1.

 

Referente:
Cristiano Riminesi cristiano.riminesi@cnr.it

 

Scarica la scheda completa